DURO COLPO AL RE DELLE SLOT MACHINES

26/07/2017 – All’alba i carabinieri hanno messo a segno una misura si prevenzione intervenendo su richiesta del Tribunale di Bari – Sezione Misure di Prevenzione su richiesta della Locale Procura della Repubblica nei confronti di G.C., 68 enne di Gravina in Puglia, pregiudicato con le accuse di bancarotta fraudolenta, truffa e ricettazione, tutti questi reati il signore delle slot machines li aveva commessi tra gli anni 70 e 90 con una facilità tale da acclarare una ” pericolosità sociale ” secondo quanto recita la normativa vigente antimafia. Alla fine dopo anni è arrivata la giustizia. Questa imponente misura, è stata eseguita tra le province di Bari, Taranto, Messina, Matera, scaturita da una complessa e articolata attività di Investigazione su un indagine patrimoniale sul soggetto sviluppata dal Nucleo Investigativo del capoluogo pugliese, che ha consentito di documentare come l’indagato, nonostante i redditi dichiarati al fisco fossero solo sufficienti a soddisfarne le esigenze di vita familiare abbia cosi’ mantenuto un tenore di vita molto elevato tale da consentirgli di mettere su, a partire dagli anni 90, un vero e proprio impero, soprattutto nel settore del commercio delle slot machines, attraverso la costituzione di diverse società di capitali, nelle quali confluivano ingenti somme di denaro, frutto questo delle sue attività illecite e criminali.

Da quanto è venuto fuori e riferito dalla Sala Stampa dell’Arma, il compendio aziendale era formato da ben sei società confiscate ed operanti nel settore degli apparecchi da gioco, che erano riconducibili al G.C. ed ai suoi familiari.

Il campo delle slot era costituito da circa 1500 macchine mangia soldi su tutto il territorio nazionale all’interno dei centri scommesse ed esercizi pubblici.

Tutte le altre ricchezze del soggetto erano: 1 società operante nella produzione e il commercio di arredi per locali pubblici, 1 società avente oggetto sociale la gestione di un call center, 1 società avente oggetto sociale la gestione di un Pub Birreria in Altamura, 1 Bed & Breakfast sito nel centro di Gravina in Puglia, 4 ville, 12 appartamenti, 7 locali commerciali, 1 capannone industriale, 18 quote di proprietà di altrettanti appartamenti facenti parte di una multiproprietà inserita in un complesso turistico in Letojanni ( ME ), 10 autovetture ad uso aziendale e privato, 38 rapporti di Conto Corrente Bancario.

REPORTER

FREELANCER VALTER PADOVANO

Basta un “Mi Piace” per aumentare la visibilità di questa pubblicazione e permettere ad altri di vederla e condividerla. Clicca su “Mi Piace”

Il tempo della demagogia e’ scaduto ..

Consiglierei il Governo di dimezzare le imposte e tasse, per rivedere l’economia risollevarsi dalla recessione. Basta privilegi di pochi e miseria ormai assicurata per gli Italiani, anche per le prossime generazioni. Ad oggi, manca lo slancio per ripartire. Quando vedremo una inversione di tendenza da parte della politica? basta slogan, basta illusionismo, basta demagogia! La politica ha giocato tutte le sue false carte dei tarocchi e la situazione e’ la recessione, il baratro della disperazione. Avete afferrato il concetto? basta fare i bambini viziati e prendere in giro una intera nazione, colpevole di aver votato politici che non stanno facendo gli interessi della nazione ma sempre i propri personali e di partito. Il governo Renzi tira a campare, come da routine! le riforme non le ha chieste nessuno, solo il Drago della Bce, l’Ue e la signorina Merkel. Intanto l’Italia precipita sempre piu’ nel baratro! le riforme che stanno facendo, inducono il Paese in deflazioe e dovrebbero favorire solo la speculazione internazionale. L’Italia e’ in liquidazione fallimentare, altro che ripresa, altro che il nuovo che avanza! Il tempo della demagogia e’ scaduto e non ha prodotto risultati proficui per la nazione, assicurandole solo miseria.

crisi2

Basta un “Mi Piace” per aumentare la visibilità di questa pubblicazione e permettere ad altri di vederla e condividerla. Clicca su “Mi Piace”

Ma quale ripresa in eurozona? siete folli

Geniale trovata da parte di Bruxelles. Giorni fa’ la clamorosa notizia: “Non e’ solo l’Italia in recessione, Germania, Francia e tutta l’eurozona.” Con questa “banalita’”, che per un matematico e’ la prova del fallimento della moneta Euro, cosa hanno voluto dire? magari che tutte le misure di lacrime e sangue erano giuste? che sono servite? rivolgendomi a Bruxelles e Strasburgo .. il “libero pensatore” nonche’ blogger scrivente, pensa piuttosto che la causa della crisi sia configurabile intorno alla moneta Euro, che condiziona l’eurozona. Altro dato importante e’ questo: “una economia sana non si sostenta con la tassazione, come fate voi, mandando in paralisi l’economia, piuttosto immette denaro in circolazione, per affrontare la spesa pubblica, comunque da ridimensionare. Ma non abbiamo denaro sovrano !!! le imposte e tasse, devono servire solo per regolare l’economia.” Facendoci pagare gli interessi e non avendo una moneta sovrana, il debito pubblico intanto che scrivo raggiunge l’insaldabile cifra di 2165 Miliardi di E, divisi procapite per 36.000 E. Allora, Vi informo che se non trasformate l’Euro in moneta sovrana, con nuovi trattati, e non abolite gli interessi, di imposte e tasse si muore!!! Quella attuale e’ Chemio-tassazione, che si usa per economie terminali, prossime alla bancarotta, altro che ripresa! Non ci puo’ essere nessuna ripresa, sulla base dei dati matematici di cui ho scritto. Un consiglio, studiate le tabelline e imparate la matematica, che non e’ un’opinione e basta con la patetica e fuorviante demagogia!

Basta un “Mi Piace” per aumentare la visibilità di questa pubblicazione e permettere ad altri di vederla e condividerla. Clicca su “Mi Piace”parlamento europeo

Identikit del parlamentare medio.. #Riforme

Da una indagine recente, si e’ scoperto che la maggioranza dei parlamentari
sono figli di madre certa e padre sconosciuto, persino al fisco!
Da cio’ deriva il loro comportamento e le loro attitudini.
Sono dei disadattati in cortocircuito con la societa’ e con il proprio elettorato. Sono dei figli di Troika!

parlamentari a progetto

Basta un “Mi Piace” per aumentare la visibilità di questa pubblicazione e permettere ad altri di vederla e condividerla. Clicca su “Mi Piace”

La speranza è una trappola – Intervista a Mario Monicelli

La speranza è una trappola inventata dai padroni, io spero in qualcosa che non c’è mai stata in Italia, una bella rivoluzione”. Iniziamo questo 2012 con un piccolo regalo che apprezzerete sicuramente: l’intervista integrale a una delle voci più coraggiose della cultura italiana, Mario Monicelli. Era il 19 marzo del 2010, pochi mesi prima dalla scomparsa del grande regista, e fu registrata in occasione della trasmissione evento Rai per una Notte.

Il padre di tutti gli indignati ci regala un punto di vista spietato sulla cultura, sulla televisione e sulla politica del nostro tempo.

Basta un “Mi Piace” per aumentare la visibilità di questa pubblicazione e permettere ad altri di vederla e condividerla. Clicca su “Mi Piace”

Adolf Hitler, Mein Kampf (La mia battaglia)

Le liberta’ ti accorgi che mancano solo quando le hanno tolte, perche’ prima non si e’ fatto nulla per cambiare le cose, e poi diventa difficile tornare ad essere liberi.
LA LIBERTA’ DI ESPRESSIONE, OPINIONE, NON VANNO TOCCATE, PERCHE’ SONO UN MODO PER METTERE IN DISCUSSIONE LE COSE, CHE PORTANO ALLA VERITA’.
“Il metodo più efficace per prendere il controllo dei popoli e dominarli del tutto è quello di sottrarre un pezzettino della loro libertà ogni volta, così da erodere i diritti attraverso migliaia di piccole e quasi impercettibili riduzioni. In questo modo, la gente non si accorgerà che diritti e libertà sono stati rimossi fino a quando sarà oltrepassato il punto in cui tali cambiamenti non possono essere invertiti.”
– Adolf Hitler

Ops.. ma e’ cio’ che sta accadendo con la tecnocrazia di oggi!? la storia si ripete..

Basta un “Mi Piace” per aumentare la visibilità di questa pubblicazione e permettere ad altri di vederla e condividerla. Clicca su “Mi Piace”

hitler

Trova le differenze:

È ora di guardare in faccia la verità e avere il coraggio di proclamarla. Uno Stato che impone fino all’80% di tasse vessando il bene rifugio primario della casa, lucrando sulla vendita degli alcolici, delle sigarette, della benzina e del gioco d’azzardo non può che essere qualificato in un solo modo: Stato mafioso. In Italia la vera Mafia è lo Stato. Se ieri il Papa ha scomunicato la Mafia sappia che l’oggetto della scomunica sono i signori in giacca e cravatta a cui stringe la mano e si presentano come rappresentanti dello Stato. Con l’augurio che riesca a redimerli e a salvare le loro anime. VOI COSA NE PENSATE?

stato mafia

Basta un “Mi Piace” per aumentare la visibilità di questa pubblicazione e permettere ad altri di vederla e condividerla. Clicca su “Mi Piace”

Regole di interesse generale:

REGOLE:

1) INCANDIDABILITA’ a vita degli eletti al Governo, al Parlamento, alle Regioni e Comuni, se NON si raggiungono gli OBIETTIVI.

2) INCANDIDABILITA’ a vita degli ELETTI che NON rispettano gli OBBLIGHI.

3) Colpa e Responsabilità Condivisa.

OBBLIGHI:

1) Rispetto delle promesse elettorali.1) La Costituzione Italiana regolamenta e salvaguarda le Leggi e le Norme dello Stato emanate in favore del Popolo, mentre è scopo comprimario della politica-partitica, senza alcuna forma o dicitura che induca al VOTO DI SCAMBIO, provvedere al suo benessere, crescita, sviluppo e miglioramento esistenziale in vita!

a) Sulla parte ECONOMICA con effetto immediato.

b) Sulla parte STRUTTURALE e RIFORME il termine è dell’ intera Legislatura.

2) Rimanere nel partito dove si è eletti, altrimenti si possono dare le dimissioni ed essere RICANDIDABILI.

3) Sospensione della professione per conflitto di interessi.

4) Priorità della Spesa Pubblica.

5) No ai doppi incarichi pubblici.

OBIETTIVI:

1) Riduzione del Debito Pubblico di 20 MILIARDI di Euro su base annua e complessivamente di 100 MILIARDI di Euro per l’ intera Legislatura.
2) Cresita del PIL.
3) Minor TASSE.

EFFETTI E CONSEGUENZE:

1) L’ incandidabilità a vita dei POLITICI NON rieleggibili, per mancato raggiungimento degli OBIETTIVI, farà decadere in maniera CONSEGUENZIALE i ” POTERI FORTI”.

2) Verrà a mancare il partito ” PADRONALE ” in quanto l’ intera classe politica dovrà impegnarsi per il raggiungimento degli OBIETTIVI.
3) Effetti POSITIVI a ” cascata e conseguenziali ” sull’ Economia e sul Popolo.

REGOLE per una normativa vera e reale della POLITICA.

OBBLIGHI per l’ impegno e la serietà della POLITICA.

OBIETTIVI per ” mandare tutti a casa ” i politici che NON lavorano per il bene del POPOLO.

NON UNA POLITICA DI SPERANZE… MA UNA POLITICA DI CERTEZZE!

fonte: Movimento FiduciaZerØ : https://www.facebook.com/movimento.fiduciazero

politica senza soldi

coscienza etica

Basta un “Mi Piace” per aumentare la visibilità di questa pubblicazione e permettere ad altri di vederla e condividerla. Clicca su “Mi Piace”

“ Nel tempo dell’inganno universale dire la verita’ e’ un atto rivoluzionario ” – George Orwell

La democrazia e’ stata sostituita con la tecnocrazia coatta.
La Costituzione non viene osservata, con il pretesto dello stato di urgenza e necessita’…

Pensiamo all’applicazione di tasse come l’imu e la Tax service, che costringe molti a vendere, a rimettere sul mercato delle proprietà. Il fatto poi di creare imposizioni alte fa’ anche si che il mercato si saturi di beni in vendita, con buona pace dei valori.

Risultato, la gente svende perché non riesce a mantenere beni. La gente che svende è tantissima ed i prezzi degli immobili crollano (dall’inizio della crisi hanno perso più o meno il 50% del valore originario) valore questo che ha addirittura creato problemi agli istituti di credito. In buona sostanza affari d’oro per chi ha liquidità, per finanziarie, immobiliari, Soc estere, per la classe dirigente Italiana ed oltre confine. Il governo ha firmato il FATCA, questione complessa ma che nella sostanza si traduce nell’avallo a non far investire e ad attrarre ricchezze americane e nello stesso tempo nel via libera ai capitali che da qui vanno in America.

Il primo è una forma di esproprio indiretto da piccolo privato a grande privato, il secondo è un vero e proprio sabotaggio pubblico, un vero e proprio danno economico al Paese.

Fanno passare con decreto urgente, emendamenti e
delibere da votare ( es. il caso dell’imu insieme ad altre materie del tutto estranee e che provoco’ la scenata dei Parlamentari del M5S, che stimo e seguo sui social e sul portale del Blog di Beppe Grillo.

Ormai la situazione e’ drammatica. Altro dato:

Continuano a fare le stesse cose, sperando di ottenere risultati diversi.

Pare sia un capitolo osservato nelle cliniche psichiatriche, dove avrebbero, i responsabili politici dei partiti tradizionali, trovato piu’ meritata ed equa collocazione.

crisi di valori

Basta un “Mi Piace” per aumentare la visibilità di questa pubblicazione e permettere ad altri di vederla e condividerla. Clicca su “Mi Piace”

L’euro, l’Europa, la crisi!

L’euro e l’Europa rappresentano la truffa più grande che abbiamo mai visto, se si pensa che anche Renzi non può non riconoscerlo a parole (nei fatti non fa’ nulla per, contrastare perché ne ha tutte le convenienze).

E’ veramente triste che qualcuno ancora possa banalmente e senza alcuna cognizione di causa affermare che l’euro e l’Europa non c’entrano nulla con la grave crisi in Italia. Sarebbe interessante, che spiegassero perché non c’entrano nulla, sentiremmo un serie di banalita’ prive di contenuti.

Andate quindi tranquilli, siete nel giusto! euro ed Europa non costituiscono il carceriere ma il carcere! e le regole che lo alimentano. Dire che e’ un romanzo e che l’ Europa non c’entra nulla significa solamente dichiarare la propria gigantesca ignoranza ed irresponsabilita’.

Come può la moneta in corso non avere responsabilità? nemmeno volendo lo sarebbe possibile, come può l’Europa, la struttura politica in corso, non avere responsabilità?

In giro ascolto solo la totale cecità ed incompetenza che può permettere di dichiarare che non c’entrano nulla! Vorrei solo che questa gente uscisse dalla propria profonda miseria per poter approfittare di piu’ del tempo perso a non approfondire argomenti cosi’ importanti.

Non perdete di vista un dato: l’euro, a differenza della lira, non e’ moneta sovrana degli Stati. Le manovre finanziarie di lacrime e sangue, servono solo a controllare l’inflazione, intanto che il debito pubblico aumenta. Abbiamo un debito pubblico insaldabile, che crea le condizioni di crisi, di recessione, di paralisi. Solo i politici e le Lobbies Finanziarie, non si lamentano, perche’ possono speculare in questo mare di deflazione.

parlamento europeo

debito pubblico

Basta un “Mi Piace” per aumentare la visibilità di questa pubblicazione e permettere ad altri di vederla e condividerla. Clicca su “Mi Piace”