Crea sito

Il Populismo! la politica deve rappresentare la volonta’ popolare

Io per populismo intendo rispettare la volonta’ del popolo. Intendo soprattutto che, il politico di turno, rappresenti il popolo e non se stesso ed i propri partiti. Per me, questo e’ populismo, ossia la naturale essenza della politica! Altre interpretazioni sono del tutto fuorvianti. Populista, oggi, è piuttosto chi accetta come unica legittimazione per l’esercizio del potere politico quella derivante dal consenso popolare.
====================================
La parola populismo può avere numerosi campi di applicazione ed è stata usata anche per indicare movimenti artistici e letterari, ma il suo ambito principale rimane quello della politica. In ambito letterario si intende per populismo la tendenza a idealizzare il mondo popolare come detentore di valori positivi.
Il largo uso che i politici e i media fanno del termine “populismo” ha contribuito a diffonderne un’accezione fondamentalmente priva di significato: è rilevabile infatti la tendenza a definire “populisti” attori politici dal linguaggio poco ortodosso e aggressivo i quali demonizzano le élite ed esaltano “il popolo”; così come è evidente che la parola viene usata tra avversari per denigrarsi a vicenda – in questo caso si può dire che “populismo” viene talvolta considerato dai politici quasi come un sinonimo di “demagogia”.

La definizione di “populismo” data dal vocabolario Treccani è “…atteggiamento ideologico che, sulla base di principî e programmi genericamente ispirati al socialismo, esalta in modo demagogico e velleitario il popolo come depositario di valori totalmente positivi. Con sign. più recente, e con riferimento al mondo latino-americano, in partic. all’Argentina del tempo di J. D. Perón (v. peronismo), forma di prassi politica, tipica di paesi in via di rapido sviluppo dall’economia agricola a quella industriale, caratterizzata da un rapporto diretto tra un capo carismatico e le masse popolari, con il consenso dei ceti borghesi e capitalistici che possono così più agevolmente controllare e far progredire i processi di industrializzazione.”. Tale nozione sembra essere più volta a spiegare fenomeni politici passati che non a descrivere il significato attuale del termine. Populista, oggi, è piuttosto chi accetta come unica legittimazione per l’esercizio del potere politico quella derivante dal consenso popolare. Tale legittimazione è considerata unica e di per sé sufficiente a legittimare un superamento dei limiti di diritto posti, dalla Costituzione e dalle leggi, all’esercizio del potere politico stesso. Il termine non ha alcun legame con una particolare ideologia politica (destra o sinistra) e non implica un raggiro del popolo (come al contrario implica la demagogia), ma anzi presuppone un consenso effettivo del popolo stesso.
(fonte: Wikipedia)

popolo Sovrano

Basta un “Mi Piace” per aumentare la visibilità di questa pubblicazione e permettere ad altri di vederla e condividerla. Clicca su “Mi Piace”

Pubblicato da Blogger2014 - Magazine solo online

http://fabrizio-bratta-sito-ufficiale.webnode.it/