Piramide sociale e prossime evoluzioni

La piramide sociale, che nessuno vi dira’, e’ cosi’ costituita:

1) Banchieri, Banche che producono moneta. Questi soggetti devono appartenere alla Massoneria, per concetto.

2) Caste: Massoneria americana, Massoneria Europea, Citta’ del Vaticano, etc.

3) Corporativismo delle multinazionali.

4) Governanti e politici, sono subordinati ai tre punti suddetti.

5) Cittadini, di tutte le categorie e posizioni sociali, considerati dei “rompiscatole” buoni solo a votarli ed assicurare la reggenza del “sistema” con il pagamento di tasse ed imposte.

Tasse ed imposte sono gli “strumenti“, insieme al debito pubblico, per impoverire a comando i cittadini, ma anche l’economia, quando i “vertici” decretano la crisi e la deflazione per accedere al “piano speculativo” di investimenti.

Le “privatizzazioni” sono paragonabili alla “liquidazione fallimentare“.

In ultimo, il capitolo delle “Guerre“. Servono per alimentare le industrie di armi, le quali finanziano i Governi complici.

Le “Guerre” sono utili altresi’ per invadere Stati Sovrani e quindi per depredare e usurpare le loro ricchezze.

Gia’ da tempo, gli Americani, dichiarano “Guerre” col falso pretesto della religione ovvero del terrorismo.

Il terrorismo e’ “progettato” su misura dagli stessi Americani, creando il pretesto per attaccare, in nome di una inesistente ideologia democratica.

Il programma degli “Illuminati Massoni Sionisti“, prevede il N.W.O. (Nuovo Ordine Mondiale) – Governo Mondiale, con abolizione di qualsiasi credo o religione, sostituiti da indottrinamento alla sola Fede Massonica.

Solo cosi’, gli Ebrei Massoni, potranno sentirsi riscattati dalle “umiliazioni” che hanno accumulato lungo il corso della drammatica e funesta loro storia di popolo eletto da Dio.
(Admin)

Basta un “Mi Piace” per aumentare la visibilità di questa pubblicazione e permettere ad altri di vederla e condividerla. Clicca su “Mi Piace”

piramide sociale

Riflessioni sulle Chiese e religioni

Papa Paolo VI e la fede

“C’è un grande turbamento in questo momento nel mondo e nella Chiesa, e ciò che è in questione è la fede. Capita ora che mi ripeta la frase oscura di Gesù nel Vangelo di san Luca: ‘Quando il Figlio dell’Uomo ritornerà, troverà ancora la fede sulla terra?’. Capita che escano dei libri in cui la fede è in ritirata su punti importanti, che gli episcopati tacciano, che non si trovino strani questi libri. Ciò che mi colpisce, quando considero il mondo cattolico, è che all’interno del cattolicesimo sembra talvolta predominare un pensiero di tipo non cattolico, e può avvenire che questo pensiero non cattolico all’interno del cattolicesimo diventi domani il più forte. Ma esso non rappresenterà mai il pensiero della Chiesa. Bisogna che sussista un piccolo gregge, per quanto piccolo esso sia”.

– Papa Paolo VI a Jean Guitton 8/9/77

**********************************************
Una breve riflessione sulle varie Chiese

La differenza tra il cattolicesimo e l’islam ovvero ebraismo sta nel metodo. Da noi non viene posto al centro della vita. Altrettanto sbagliato, da parte dell’isis ad esempio, tagliare le teste ai cristiani e ricorrere a metodi violenti non prescritti nel corano e nei precetti islam. Probabilmente Gesu’, ha voluto profetizzare cio’ che sarebbe accaduto al suo ritorno: avrebbe trovato un piccolo gregge di ” Eletti “. Gesu’ sa bene che la moltitudine non seguira’ il cristianesimo, anche se i protestanti, che pur sono cristiani, sono in aumento e forse destinati a superare i cattolici.
I cattolici moderni si sono preoccupati di consolidare il proprio potere istituzionale, politico ed economico, piuttosto che evangelizzare gratuitamente, come predicato da Gesu’ Cristo.
– Blogger 2014 {NdR}

Basta un “Mi Piace” per aumentare la visibilità di questa pubblicazione e permettere ad altri di vederla e condividerla. Clicca su “Mi Piace”

Paolo VI

religioni

LA MALEDIZIONE DEGLI EBREI

Dalla Biblioteca Universale Laterza 1988 sull’ebraismo si può notare che questo popolo ha subito nel corso della sua storia esperienze molto negative. A giudicare dai loro profeti, le maledizioni si sprecano. Non starò qui a parlare di un argomento accuratamente sviscerato da sommi storici. Basta che anche voi leggiate il libro della serie PUECH. Per quale motivo è stato odiato e perseguitato? Le cause sono molteplici e vanno dalla sua volontà di separazione fino alla ricchezza che lo ha portato all’usura. Studiando sui testi di storia di oltre 50 anni fa (liceo scientifico) avevo appreso che l’attività di banchieri e presta soldi portava gli ebrei a spingere alla guerra re e papi. Quando le guerre non terminavano con il successo, allora i debitori si accanivano contro gli usurai e li mettevano al rogo. Tuttavia non si può negare le grandi sofferenze subite, ad esempio, per colpa dei nazisti. C’è qualcosa ancora oggi che non li fa amare: i fanatici religiosi ortodossi che spingono per una costante separazione dal contesto arabo, nel quale sono inseriti come stato medesimo. Tuttavia molta ironia e molte accuse anche in Voltaire (dizionario filosofico) a cura di Mario Bonfantini del 2004. L’accusa maggiore sta nell’aspettativa di messia guerrieri che vendicassero le offese ricevute (ne hanno avuti moltissimi) e nell’aver rifiutato Cristo che avrebbe risolto con l’amore tutta la storia ebraica. Ora abbiamo Papa Ratzinger che pare portato ad offrire loro maggior successo.

f.to ANDREA GRIFFANTI

Pensateci bene: gli ebrei vennero perseguitati dagli antichi Egizi, perchè stavano diventando troppo forti. Furono poi successivamente perseguitati a lungo nel Medioevo. Ci fu poi l’Olocausto, in cui milioni di ebrei morirono. Che siano un popolo maledetto? Alcuni affermano che queste disgrazie sono causate dal fatto che loro hanno messo a morte Gesù, il figlio di Dio. Voi cosa ne pensate?

ebrei

Basta un “Mi Piace” per aumentare la visibilità di questa pubblicazione e permettere ad altri di vederla e condividerla. Clicca su “Mi Piace”