Ma di quale futuro parlate con questi numeri?

In una societa’ in decadenza, dove i valori morali ed etici non esistono piu’ e le regole sono fatte su misura per tutelare un regime, Internet rappresenta la vera “democrazia” ed anche una piattaforma dove presentarsi liberamente, senza liste di attesa.

La societa’ moderna e’ diventata “virtuale”, quella fuori da Internet. La colpa? certamente e’ dei governanti. Il caos sociale, le disuguaglianze ed ogni altra “anomalia” sono la “prerogativa” dei politici.Vivendo in un “paradiso artificiale”, decidono il nostro futuro ed ogni altra regola che ci condizionera’ la vita, intanto che la loro e’ “blindata” da privilegi anacronistici. Anche le nostre capacita’ sono ormai compromesse dalle loro decisioni.
La politica europea (UE) e’ ormai “asservita” ai seguenti organi: FMI, BCE, Massoneria e Lobby Finanziarie (Bilderberg e Rothschild) tra le principali. In buona sostanza, la politica, specie in Italia, anziche’ tutelare i cittadini, si e’ schierata “contro” di loro con pesanti misure di austerita’ al fine di impoverire famiglie, imprese e la stessa nazione e favorire gli speculatori internazionali affiliati.

In Italia e’ in corso una svendita dei “gioielli di famiglia”: Eni, Enel, Finmeccanica etc

2200 miliardi di euro aggiornato. Il debito pubblico cresce comunque all’impazzata per via delle spese folli e interessi per l’utilizzo della moneta (euro). L’euro e’ un suicidio per l’UE, mentre e’ un vantaggio per la casta politica e lobby di potere per aumentare le disuguaglianze come gia’ avviene nei paesi in via di sviluppo. Con l’euro, torniamo indietro di almeno 50 (cinquant’anni) e senza speranza di migliorare, il che risulta deleterio per i cittadini e imprese. Non abbiamo considerato l’aspetto della tassazione che rappresenta una barriera antieconomica che toglie qualsiasi speranza e velleita’ per il futuro.

Credete ancora che Internet sia un ambiente virtuale? e’ la nostra societa’ che e’ stata trasformata in ambiente virtuale e questo dovrebbe allarmarci.

(Staff)

*********************************************************************************************************
Renzi accelera sulla svendita dell’Italia: incontro a Roma con i grandi investitori internazionali

Una due giorni a porte chiuse con fondi, banche e società italiane

Una due giorni a porte chiuse con i grandi investitori internazionali. Archiviata la partita del Colle, Matteo Renzi torna sul dossier economico. E lo fa coinvolgendo banche – Unicredit – e grandi fondi: Blackrock, Wellington Management, Banque Pictet, Egerton Capital, Amber Capital e Edmond de Rothschild.

Al tavolo anche alcune delle principali società italiane, da Finmeccanica ad Atlantia passando per Telecom Italia. A scriverlo è Bloomberg, secondo cui alla conferenza saranno presenti anche emissari di Tesoro e Cassa depositi e prestiti.
L’obiettivo è accelerare sulle privatizzazioni: c’è un debito mostre da aggredire, e il premier, a Davos, aveva spiegato che «in Italia ci sono opportunità incredibili». Le 48 ore di incontri che si tengono a Roma precedono un viaggio negli Stati Uniti che si terrà la prossima settimana.

fonte: http://www.lastampa.it/

Basta un “Mi Piace” per aumentare la visibilità di questa pubblicazione e permettere ad altri di vederla e condividerla. Clicca su “Mi Piace”

debito sovrano

Lobbying

Precedente " Buon 2015 a tutti gli Onesti! " Successivo WEBTV - http://fabrizio-bratta-sito-ufficiale.webnode.it/