CONFISCATI BENI PER 1,5 MLN A UN PREGIUDICATO DI GRAVINA

I carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Bari hanno eseguito a Gravina in Puglia un provvedimento di confisca del valore di un milione e mezzo di euro, emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti del 37 enne M.M. pregiudicato di Gravina, ritenuto appartenente al clan Mangione – Gigante – Matera attivo in quella cittadina e nei territori vicini.

Il provvedimento è stato emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Bari, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia.

I beni confiscati erano stati già sequestrati nel gennaio del 2013 e restano sotto l’amministrazione del Tribunale di Bari.

A fronte di modesti redditi dichiarati, Mangione è risultato intestatario di una villa, costituita da quattro fabbricati, a Gravina in Puglia, e di due rapporti bancari.

La confisca odierna è il risultato di accertamenti, avviati nell’ottobre del 2012, che hanno evidenziato come il Mangione abbia mantenuto nel tempo un tenore di vita notevolmente superiore alle proprie reali possibilità finanziarie e di reddito.

REPORTER

FREELANCER VALTER PADOVANO

Basta un “Mi Piace” per aumentare la visibilità di questa pubblicazione e permettere ad altri di vederla e condividerla. Clicca su “Mi Piace”